9 Aprilie 1996 – Milano Linate Airport

Ea’ l’8 aprile, Lunedì dell’Angelo. Verso sera mi arriva una telefonata: “Dar știi că astăzi un Concorde a aterizat în Linate?”. La început mă gândesc la o glumă, dar apoi am înțeles că nu este adevărat (atunci nu exista internet care să ne permită să știm ceva în timp real). prietenul (că, Trebuie să spun adevărul, azi nu-mi amintesc cine era, oricine ar fi, Profit de această ocazie pentru a-i mulțumi) de asemenea, îmi spune că decolarea este programată pentru dimineața următoare. Decizia de a lua o zi liberă este deja luată.
Acesta este F-BTSD, 13° specimen construit. Sta facendo un tour mondiale di presentazione del nuovo brand della Pepsi Cola. L’azienda ha noleggiato il velivolo e ha fatto ridipingere la fusoliera con i nuovi colori della lattina. Si dice che i voli supersonici siano proibiti a questo esemplare, a causa della colorazione scura della fusoliera che non permette la dissipazione del calore che, a quella velocità, investe la cellula.
Ed eccomi quindi, la mattina del 9, con la fidata Canon EOS 5 analogica a girare intorno alla recinzione dell’aeroporto per vedere dove si trova il supersonico anglo-francese. Lo vedo parcheggiato quasi di fronte all’hangar storico, di fianco ad un ‘737 della MALEV. La giornata non è stupenda: c’è il sole ma un podi foschia rende tutto lattiginoso e poco nitido.
Ho deciso di fotografarlo quando arriverà sulla testata della 36R (allora la testata sud della pista principale si chiamava così) e si allineerà, così non avrò nemmeno la rete davanti alle lenti. Purtroppo sarò controsole, ma non si può avere tutto. Mi metto pazientemente in attesa finché non lo vedo rullare sul raccordo: l’emozione è tanta.
2 MD 80 Alitalia gli danno la precedenza, consentendogli di allinearsi: è proprio bello!!!
Il rumore dei 4 Olympus sale e il Concorde comincia a muoversi. Dalla bocchetta di scarico posta sulla coda esce una nuvola di condensa quando i piloti accendono i postbruciatori e il rumore diventa veramente assordante. L’aereo si mangia quasi tutta la pista e finalmente si alza in volo.
In tutti questi anni ho visto pochissime fotografie in giro.
Astăzi, in questo periodo di isolamento, pubblico le mie. Non sono bellissime: unele’ la giornata lattiginosa, unele’ l’attrezzatura, unele’ la conversione in digitale, alla fine le foto non sono proprio nitide. Rimane la testimonianza di un evento unico che mi ha emozionato tantissimo.

Pentru a vă fotografii

YouTube
Instagram