2009 – Oíche “fliuch” ar Cervia

9 Samhain 2009 – Cervia AFB

Tá sé’ Is é seo an dara huair a tugtar cuireadh dúinn freastal ar an eitiltí oíche i Cervia. Cé nach raibh an aimsir bode maith nach féidir linn a chailleann an deis. le linn an turais, a Bologna, infheistithe againn monsoon trópaiceach fíor, ach ní féidir linn a dhíspreagadh.

Arrivati a Cervia il cielo è gonfio di nuvoloni grigi e, durante i controlli pre-volo cominciamo a cadere le prime gocce. Gli aerei che andranno in volo stasera sono 4 e possiamo vedere tutti i preparativi da vicino. Il balletto dei piloti e degli specialisti intorno ai Vipers è sempre molto affascinante. Il cielo plumbeo aggiunge atmosfera allo spettacolo. Il decollo con il post-bruciatore acceso è semplice poesia.

Subito dopo dobbiamo riparare all’interno per non bagnarci fino al midollo. Dentro l’hangar ci sono alcuni aerei impegnati nella manutenzione. C’è anche lo Special Color già visto un paio di mesi indietro, l’ultima volta che siamo venuti per i notturni (féach a). Stavolta riusciamo a fotografarlo da una prospettiva un poinsolita.

Torniamo fuori per gli atterraggi ma fra il buio e l’acqua che scroscia riusciamo a fare ben poco: solo qualche foto da lontano alle macchine che si ricoverano negli shelter.

Questa però è stata anche un occasione per rivedere gli Amici, quelli con la A maiuscola. Agus mar sin, per una volta, gli aerei passano in secondo piano.

Quando c’è una compagnia così si può anche fare a meno di fotografie e Falcons.

Sa Aon gCás…..a voi le foto