settembre 2020 – Decimomannu Air Base

Dopo la presentazione dell’F 35 in versione STOVL (Short Take Off Vertical Landing) svoltasi lo scorso 30 luglio a Pantelleria (vedi qui), è arrivato il momento di testare le prestazioni dell’ultimo arrivato nelle file dell’Aeronautica Militare, durante un esercitazione che lo ha coinvolto insieme agli esemplari convenzionali, effettuando le loro stesse missioni e eseguendo atterraggi sia convenzionali che corti/verticali. . L’occasione si è presentata nel mese di settembre quando l’unico (per ora) F 35B in forza all’AM si è trasferito, insieme a 6 F 35A , nella base di Decimomannu, sede dell’RSSTA/AWTI (Reparto Sperimentale e di Standardizzazione al Tiro Aereo/Air Weapons Training Installation)  per effettuare delle esercitazioni non meglio precisate.
Nei 15 gg circa di permanenza sono state effettuate missioni sia diurne che notturne.
L’invidiabile meteo dell’isola situata in mezzo al Mediterraneo ha consentito di svolgere senza problemi quanto programmato.
L’amico Roberto Zanda, come sempre, ci ha fornito la copertura fotografica (esterna) dell’evento, e ha potuto catturare alcune foto veramente interessanti: oltre ai Lightning di ambedue le versioni ,ha ripreso anche Typhoon e HH 101 CAESAR. Quest’ultimo, in particolare, ancora non consegnato alla Forza Armata, con equipaggio in parte ancora di Leonardo, è ritratto nell’ultimissima configurazione disponibile.
Ricordo che, secondo le ultime notizie, l’Italia acquisterà 90 esemplari del nuovo caccia di 5ª generazione: 60 F 35A convenzionali e 30 F 35B STOVL. Di questi ultimi, 15 esemplari andranno all’Aeronautica Militare e 15 alla Marina Militare. 

Foto: Roberto Zanda
Testo: AviaSpotter.it

YouTube
Instagram