Si svolgerà il prossimo 27 settembre il referendum che consentirà al popolo svizzero di decidere sulla sostituzione di F 5E Tiger II e F/A 18 马蜂

Il COVID19, fra le tante cose, ha anche ritardato la scelta del nuovo caccia Svizzero che dovrà rimpiazzare gli ormai vetusti Northrop F 5E Tiger II e gli anziani Mc Donnell Douglas F/A 18 马蜂. Questi ultimi hanno subito recentemente uno stop a causa di problemi riscontrati sui flaps, che hanno portato a interventi urgenti su tutte le cellule con limitazioni temporanee della disponibilità dei velivoli. La sostituzione non è pertanto più rinviabile e, come già riportato lo scorso anno (见 ), le Forze Aeree Svizzere hanno lanciato il programma AIR2030. Nell’ambito della selezione dei nuovi velivoli, AviaSpotter.it ha avuto la possibilità di assistere alle presentazioni dei 2 aerei americani (F/A 18E Super Hornet e F 35A Lightning II) che si sono svolte sulla Main Base di Payerne (i servizi potete trovarli ).

Il requisito prevede l’acquisto di 36/40 nuovi velivoli con relativi armamento e supporto, per una spesa complessiva di 8 miliardi di dollari. Oltre agli aerei è prevista l’acquisizione di batterie missilistiche contraeree basate a terra. La spesa prevista per i soli velivoli è di 6 miliardi.

Già una volta il popolo svizzero è stato chiamato a esprimere il proprio parere sull’acquisto di nuovi caccia: nel maggio 2014 infatti un referendum respinse per pochi voti l’acquisto di 22 caccia Saab Gripen. Questa volta le previsioni indicano un lieve vantaggio a favore dell’acquisto da parte del 50% della popolazione contro il 47% contraria. In particolare i ticinesi e gli svizzeri tedeschi sono favorevoli al 51%, mentre solo il 44% dei romandi si esprime a favore dell’acquisto.

In questi giorni si possono trovare in giro per la Confederazione diversi manifesti a favore e contro l’acquisto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

e nei telegiornali si possono ascoltare vari servizi (qui sotto un paio di esempi tratti dal sito della Televisione Svizzera Italiana del Canton Ticino)

TV RSIPro l’acquisto dei caccia
TV RSIContro l’acquisto dei caccia

Infine un video tratto dal sito istituzionale del Dipartimento Federale della Difesa

Al di là di considerazioni personali (e non c’è bisogno di dire, se fossi un cittadino svizzero, cosa voterei) non si può non riconoscere che l’approccio dei cittadini della Confederazione a questioni anche molto complesse sia veramente pragmatico. 它’ oltremodo interessante quanto si tenga conto della volontà popolare, che viene ad assumere importanza assoluta rispetto alle scelte di un governo comunque eletto e quindi rappresentativo del popolo.

Aspettiamo quindi il 27 九月, quando si terrà il referendum. Nel caso di vittoria del Sì, la scelta del velivolo avverrà nel 2021 (in ritardo rispetto alle previsioni, causa COVID19), mentre i primi esemplari del nuovo caccia arriveranno nel 2025.

YouTube
Instagram