Sei piloti militari di professione trascorreranno dieci giorni nell’Italia meridionale allo scopo di perfezionarsi sotto molteplici aspetti in un contesto sconosciuto. Tale collaborazione internazionale serve inoltre alle Forze aeree quale scambio di esperienze con scuole per piloti all’estero.

Sei aspiranti piloti militari di professione (pil mil prof) della classe di piloti 15/17, sette istruttori di volo e undici meccanici delle Forze aeree attualmente si trovano in Puglia. In questa regione dell’Italia meridionale, che si trova nel tacco dello stivale della penisola, con degli aerei PC-21 partecipano a uno scambio tra le scuole per piloti di Svizzera e Italia. L’istruzione, denominata «AMA ITA 21», è ospitata dal «61° Stormo» dell’Aeronautica Militare italiana, che dispone di tre differenti squadriglie d’istruzione. Lo scambio della durata di dieci giorni tra le due scuole per piloti si svolge nel quadro di un piano di cooperazione tra la Svizzera e la vicina Italia. Offre alle Forze aeree svizzere la possibilità di perfezionarsi in un contesto internazionale. Serve inoltre a introdurre i pil mil prof alla collaborazione internazionale tra le varie forze aeree.

Allenarsi e intrattenere i contatti

Il programma del perfezionamento è molto variato. Per la delegazione svizzera i seguenti obiettivi sono al centro dell’attenzione:

  • applicare concretamente la pianificazione e l’organizzazione di simili eventi all’estero;
  • portare avanti l’istruzione nel combattimento aereo secondo il relativo piano;
  • allenarsi nella navigazione a bassa quota in presenza di un terreno sconosciuto;
  • allenarsi negli impieghi d’allenamento in un contesto sconosciuto nonché nei sorvoli nello spazio aereo civile;
  • effettuare reciprocamente voli con passeggeri a bordo dei rispettivi aerei d’addestramento;
  • procedere a uno scambio di esperienze generali con i quadri e i partecipanti delle squadriglie d’istruzione nonché curare i contatti personali.

Importante per la sicurezza futura

«Svolgiamo questo genere di sequenze d’istruzione e di perfezionamento all’estero, in diversi Paesi, con tutte le classi della scuola per piloti», spiega il tenente colonnello Michael von Jenner, istruttore di volo su PC-21 presso le Forze aeree e Detachment Commander «AMA ITA 21». L’ultimo scambio a Lecce-Galatina ha avuto luogo nel 2012 e lo scorso anno ha dovuto essere annullato a causa della pandemia di coronavirus. A maggior ragione i partecipanti erano contenti che quest’anno fosse possibile: ovviamente applicando in modo coerente il concetto COVID-19. Poiché per le Forze aeree svizzere il perfezionamento congiunto con partner internazionali rappresenta un elemento importante per poter adempiere il loro compito anche in futuro.

fonts:
text: Força Aèria Suïssa – Comunicazione Difesa, Roland Studer
foto: Archivio AviaSpotter.it