Dodávka Eurofighter, určený pre 51. krídlo Istrany, rappresenta un traguardo raggiunto grazie alla stretta collaborazione e sinergia tra l’industria nazionale e la Forza Armata

Decollato dallo stabilimento di Caselle (TO), l’ultimoEurofighter Typhoon prodotto da Leonardo è stato consegnato, nel corso di una cerimonia venerdì 23 Október, all’Aeronautica Militare. Il velivolo sarà uno deicaccia intercettori quotidianamente impegnati nella protezione dei cieli del nostro Paese. Presenti all’evento il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Tím Air Force General Alberto Rosso, e l’Amministratore Delegato diLeonardo, Alessandro Profumo.

La consegna di quest’ultimo velivolo, che va a completare la flotta degli Eurofighter che costituiscono il principale strumento dell’articolato e complesso sistema di difesa aerea nazionale e della NATO, rappresenta una pietra miliare per il programma“. Queste le parole del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, letectvo General Alberto Rosso, a margine della cerimonia di consegna del velivolo, destinato al51° Stormo di Istrana. “Il velivolo, ktorý sa ukázal ako spoľahlivý stroj, flexibilný a všestranný, sa pripravuje čeliť novým technologickým výzvam s cieľom naďalej čo najlepšie zaručovať bezpečnosť talianskeho neba a obranu národných záujmov, vďaka širokej škále prevádzkových kapacít doplňujúcich možnosti zprotivzdušnej obrany, dall’Rozpoznávanie spravodajských informácií(ISR) do’pozemný útok(hojdačka rola). Le capacità che questo assetto è in grado oggi di esprimere sono il frutto della stretta e proficua collaborazione tra lindustria aeronautica nazionalee l’Aeronautica Militare; una sinergia che, oltre a sostenere e potenziare con sempre maggiore vigore ilsistema Paese”, contribuisce in modo determinante ad assolvere la nostra missione, lasicurezza dei cittadini.”

Il percorso di collaborazione che celebriamo oggi, rappresentato da un aereo dalle capacità straordinarie, è frutto di una visione strategica sovranazionale di lungo periodo, politica e industriale, che ha consentito all’Europa di disporre di un proprio asset per la sicurezza e di beneficiare di un programma che ha saputo essere un acceleratore tecnologico e un motore di sviluppo unico nella storia del nostro continente“, ha dichiarato Alessandro Profumo, Amministratore Delegato di Leonardo. “L’Eurofighter Typhoon sarà elemento cardine nel percorso di innovazione volto a salvaguardare la piena sovranità tecnologica europea nei prossimi anni“.

L’Euro Fighter nasce come una piattaforma aperta, con un programma di aggiornamento e miglioramento tecnologico ben definito, che ne garantisce la competitività durante tutto il ciclo di vita. Tecnologie costantemente in evoluzione, sia a bordo del velivolo sia nell’ambito del supporto logistico, ne aumentano l’efficacia operativa, le capacità di sopravvivenza e l’economia di gestione. Il programmaEuro Fighter costituisce il fulcro dellatecnologia aerospaziale e di difesa europea e come tale fornisce alle industrie coinvolte unprimato tecnologico che sarà garanzia di competitività in numerosi programmi futuri di prossima generazione.

Leonardo con le sue attività, realizza circa il 36% del valore dell’intero programma, con un ruolo chiave nella componente aeronautica e in quella dell’elettronica di bordo, che vede l’azienda responsabile di due sensori primari (radar e IRST) e di parti fondamentali dell’avionica. Leonardo è protagonista anche dell’evoluzione dellEuro Fighter, grazie al nuovo radar a scansione elettronica AESA (Aktívny elektronicky prehliadaná Array) che incrementaperformance e competitività del velivolo nell’ottica di garantire un mercato internazionale significativo per il prossimo decennio. Nello stabilimento di Caselle sono attualmente in produzione gliEuro Fighter destinati alla Forza Aerea del Kuwait, i primi che saranno consegnati in questa avanzatissima configurazione

​Il programma Eurofighter è gestito dalconsorzio Eurofighter GmbH, società con sede a Monaco (Nemecko) partecipata da LeonardoBAE Systems e Airbus Defence & Space per la Germania e la Spagna. Da parte governativa, è gestito dall’agenzia NATOEuro Fighter & Tornádo Management Agency (NETMA), costituita per soddisfare le esigenze di approvvigionamento delle Forze Aeree dei quattro Paesi partecipanti: Taliansko, Regno Unito, Germania e Spagna.

Oltre ai quattro paesipartner, che hanno già ordinato 472Tajfún, medzi medzinárodných zákazníkov dnes patrí Saudská Arábia (72 lietadlo), Rakúsko (15), Omán (12), Kuvajt (28) e Katar (24), spolu 623 objednané lietadlá.

Pokiaľ ide o zamestnanosť, program Eurofighter zahŕňa viac ako 100 tisíc ľudí, z toho viac ako 20 tisíc v Taliansku (medzi priamym zamestnaním, nepriame a indukované), s distribúciou na území, ktorú je možné odhadovať na 50% na severe a spol 50% v strede / na juh.

PreTajfún pracujú aj vo výrobe 400 poskytovatelia, Z ktorých 200 v Taliansku.

zdroj:
text: Letectvo – Verejná informačná kancelária – Roma
fotografie: Letectvo

podľa Fabio Tognola

YouTube
Instagram