10 dicembre 2019 – Roma

Nel 2020 ricorrerà il centenario della proclamazione della Beata Vergine di Loreto quale protettrice di tutti gli aviatori

L’Aeronautica Militare ha celebrato questa mattina la Beata Vergine Lauretana, la “Patrona degli Aeronauti“.
A Roma la celebrazione eucaristica dedicata all’evento si è svolta nella Basilica di Santa Maria Maggiore.La funzione religiosa, officiata dall’Arcivescovo Ordinario Militare per l’Italia, S.E. Monsignor Santo Marcianò, coadiuvato dal Vicario Episcopale Don Antonio Coppola, ha visto la partecipazione del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di squadra aerea Alberto Rosso, e di una folta rappresentanza del personale militare e civile di tutti gli Enti dell’Aeronautica Militare.

“Ci troviamo oggi nel Capodanno dell’Anno Santo” ha detto Monsignor Santo Marcianò nel corso della celebrazione “oggi stiamo scrivendo un’importante pagina di storia dell’Aeronautica Militare e sarete soprattutto voi a farlo con la vostra vita donata per amore” ha concluso rivolgendosi direttamente ai giovani presenti “servizio vuol dire anzitutto fare dono di sé per gli altri”.

Nel corso del suo intervento al termine della celebrazione, il Gen. Rosso ha speso parole di positività, augurando a tutti i presenti che “questo Anno Giubilare possa rappresentare una felice occasione per dimostrare la passione, la generosità, i valori e l’impegno nel servizio che siamo chiamati a svolgere, ognuno con il proprio compito, piccolo o grande che sia”.

Al termine della cerimonia, il Generale Rosso ha ricevuto l’effige sacra della Madonna Lauretana, rappresentata da una statua contenuta in una teca di rovere appositamente realizzata, che nel corso del 2020 farà visita a tutti gli Enti dell’Aeronautica Militare dislocati sul territorio nazionale. Il percorso itinerante dell’effige che avrà inizio nella prima decade di gennaio 2020, consentirà a questo Anno Santo di essere vissuto in maniera capillare.

Al termine della celebrazione eucaristica, una formazione ridotta della Pattuglia Acrobatica Nazionale ha sorvolato la Basilica di Santa Maria Maggiore.

In occasione delle celebrazioni che saranno realizzate per la ricorrenza del centenario della Beata Vergine di Loreto quale “Patrona degli Aeronauti”, sono state promosse numerose iniziative culturali, religiose e benefiche. Questi eventi rappresenteranno anche un prezioso momento di riflessione sulla serietà che un’attività così complessa come il volo richiede: passione, attenzione e professionalità sono tutti elementi indispensabili affinché la sicurezza del nostro Paese venga sempre garantita.

Cenni storici

Secondo la tradizione, la casa abitata dalla famiglia della Vergine Maria era costituita da una grotta scavata nella roccia e custodita ancora oggi nella Basilica dell’Annunciazione a Nazareth, e da una camera in muratura antistante.

La leggenda narra che la “Santa Casa” nella quale nacque Maria a Nazareth, conservata nella Basilica della Madonna di Loreto, sia stata trasportata per “mano degli angeli”. Questo piccolo santuario biblico, caduto in mano dei musulmani, venne traslato prima a Tarsatto in Dalmazia (1291), poi nella selva di Recanati ed infine a Loreto nella notte tra il 9 e il 10 dicembre del 1294.

Tale evento viene rievocato con la “Festa della Venuta“, una serie di celebrazioni che si tengono ogni 10 dicembre nelle Marche e non solo.

Nel 1920 il fenomeno dell’aviazione, rimasto per tempo limitato e riservato ad un numero relativamente piccolo di appassionati, conquistati dall’aspetto ardimentoso del volo umano, aveva conosciuto un grande incremento, specialmente durante il tragico periodo del primo conflitto mondiale. Si attivarono concretamente iniziative per assicurare che questa nuova forma di mobilità avesse un suo celeste patrono. La devota tradizione lauretana appariva particolarmente adatta, e orientava la scelta verso la Madonna di Loreto.

La convinzione di questa miracolosa traslazione “volante” spinse Papa Benedetto XV, accogliendo i desideri dei piloti della 1ª Guerra Mondiale, a nominare con il decreto del 24 marzo 1920, la Beata Vergine di Loreto “Patrona degli Aeronauti”. La protezione di Maria, pertanto, non si limita al trasporto aereo operato dalle Forze Armate, ma si riferisce ad ogni persona che viaggia e a quanti, nei velivoli stessi o nei servizi di terra, sono responsabili della sicurezza e della tranquillità di coloro che sono trasportati.

Giubileo Lauretano

Nel 2020 si celebrerà il centenario dalla proclamazione della Beata Vergine Lauretana quale patrona degli aviatori.

In virtù del vincolo speciale che lega la Forza Armata alla Madonna di Loreto è stata firmata, presso il Museo Pontificio di Loreto, un accordo di collaborazione tra l’Aeronautica Militare e la Delegazione Pontificia per il Santuario della Santa Casa, finalizzata alla promozione di eventi ed iniziative culturali, religiose e di solidarietà che si svolgeranno nel corso del 2020.

Puoi scoprire le varie iniziative legate al Giubileo Lauretano cliccando il seguente link

Testo: Aeronautica Militare
Foto: Aeronautica Militare e AviaSpotter.it

Qui sotto alcune foto dell’evento di Roma

YouTube
Instagram